1      
   Direttore artistico  
 
           
La qualità e professionalità della direttrice artistica della Camerata Ducale nasce dal fatto che nella stessa persona sono concentrate da un lato la competenza musicale (Cristina Canziani è infatti una pianista e clavicembalista, con alle spalle una carriera concertistica, diplomata con lode al Conservatorio di Trieste, specializzata con, tra gli altri, Bruno De Rosa, Aldo Ciccolini, Alexander Lonquich etc, con all’attivo incisioni discografiche per Chandos e Bongiovanni) e dall’altro l’esperienza ormai ventennale nel campo della organizzazione di concerti e festival. Da diciassette anni, Cristina Canziani dirige la Camerata Ducale e il Viotti Festival come direttore artistico e organizzativo. Ha dunque maturato un’ottima capacità imprenditoriale che si esplica nella continua programmazione di nuovi eventi, nella capacità di ottimizzare al meglio le risorse disponibili mantenendo sempre un ottimo livello qualitativo delle proposte, curando i contatti non solo con le istituzioni, ma anche con realtà quali le grandi case discografiche e le agenzie di management. Naturalmente, trattandosi di un’artista, fa parte delle sue competenze una particolare sensibilità e attenzione nei rapporti con i solisti ospiti, attività che esplica a livello internazionale e che le ha valso negli anni riscontri gratificanti e produttivi. Ulteriore punto di forza della sua professionalità è l’interesse particolare nei confronti delle iniziative organizzate a favore dei giovani (quindi in collaborazione con scuole e Conservatori, come il progetto DUCALE.Lab) e di categorie con esigenze molto peculiari quali gli anziani (organizzazione di concerti in strutture di accoglienza e case di riposo), malati (concerti in ospedali) e detenuti (concerti nelle carceri).

Nel 2013 ha ricevuto l’onorificenza "Melvin Jones Fellow" per l’opera di valorizzazione e riscoperta di G.B.Viotti.

Fiore all’occhiello della sua attività è l’accordo fino al 2018 con la prestigiosa casa discografica Decca, per la pubblicazione dell’opera omnia di Viotti, frutto di una proficua trattativa gestita appunto dal direttore artistico. Nel 2015 ha siglato un altro importante contratto sempre con la DECCA UNIVERSAL per un progetto di contaminazione: nel mese di febbraio 2015 al Civico di Vercelli è stato realizzato il nuovo disco di Frate Alessandro, definito dalla critica come "il nuovo Bocelli" (il suo primo cd, voluto dal grande produttore inglese Mike Hedges produttore degli U2, ha raggiunto in brevissimo tempo il Disco d’oro ). Il nuovo progetto sarà in distribuzione nell’ottobre 2015. Altro importante traguardo la stagione di musica da camera che dall’autunno 2015 affiancherà a Vercelli la stagione concertistica orchestrale del VIOTTI FESTIVAL. I concerti di musica da camera, sono stati condivisi proprio con la casa discografica DECCA e i grandi interpreti inseriti nel cartellone fanno tutti parte della "scuderia" UNIVERSAL.

Fondamentali nella sua attività di progetti di circuitazione che permettono di creare una formula di autosostentamento del Viotti Festival. I progetti vengono ideati e prodotti a Vercelli, e successivamente importati in altre prestigiose realtà musicali italiane e non solo. Alcuni progetti di circuitazione: Viotti tour, Uno Stradivari al cinema, Un violino al fronte, Le violon noir, Il barocco dopo il barocco etc.
   

 

Associazione Camerata Ducale
Via Nicola Fabrizi, 22 - 10143 Torino (Italy)

Follow us on FaceBook and Twitter

Ita 

P. Iva: : 07572340011